• OFFERTA DI BENVENUTO
  • FINO AL 30% DI PILLOLE GRATIS
  • PER TUTTI GLI ORDINI
Servizio Clienti Servizio Clienti
Lunedi Venerdi 09:00 - 17:00
Teléfono:
Chiamate Internazionali:

Il gonfiore addominale: cause che lo provocano e i mezzi per eliminarlo

Hai una cerimonia a cui sei stato invitato da tempo, per la quale hai mobilitato tutte le tue conoscenze in ambito di stile e eleganza. Dal parrucchiere all’estetista, dall’artigiano di scarpe su misura al make up artist, dal gioielliere al sarto che ti cucisse un abitino su misura visto che la tua forma fisica è asciutta. Il sarto ti ha fatto osare per un vestito aderente che delineasse le tue curve al punto giusto. Arriva il giorno della cerimonia e taaaac! Che disdetta! Ti svegli con il gonfiore allo stomaco che ti fa sembrare una donna incinta! Cosa succede? Perché proprio oggi! No! L’addome gonfio non ci voleva proprio!

Non sarò mica incinta?

Il gonfiore alla pancia è un “disguido tecnico” che può originare da differenti ragioni. Non sei incinta, hai però un gonfiore basso ventre che ti procura fastidio e che ti fa sentire come se avessi ingurgitato chili di elio tutti in una volta. Perché succede?



Lo stomaco gonfio: cause responsabili

Lo stomaco gonfio ha diverse cause che lo motivano ma accade di sovente. In otto casi su dieci è dovuto a problemi di digestione, quando per talune ragioni è rallentata e scatena il senso di pesantezza all’addome. 

Il gonfiore alla pancia si presenta in seguito a grandi abbuffate, a pasti eccessivamente abbondanti con l’ingestione di bibite gassate, di alcolici, di cibi che piccano o condimenti troppo pesanti. Si tratta di elementi che predispongono a condizioni di aerofagia.

Quando si avvertono fitte e dolori, il gonfiore della pancia può significare la presenza di patologie dell’apparato gastrointestinale.

Quali patologie si celano dietro allo stomaco gonfio

In questo campo si spazia abbastanza, a cominciare da ostruzioni che ostacolano il cibo e lo bloccano nello stomaco, impedendo il transito verso l’intestino. 

In queste circostanze si parla di gastroplegia che potrebbe essere causata da esposizione a freddo eccessivo, dall’aver bevuto bibite troppo fredde o dall’essere stati vittima di traumi allo stomaco. 

Se il gonfiore alla pancia è continuo cosa sta succedendo

Quando il gonfiore alla pancia non accenna a passare e si verifica con continuità, ci si trova difronte a più fattori:

  • Una intolleranza
  • L’allergia a qualche specifico alimento
  • Una neuropatia gastrica
  • I disturbi del comportamento alimentare
  • I disordini del metabolismo
  • Alcuni farmaci

Il gonfiore pancia da solo non è un grande indicatore. Occorre eseguire una indagine che risalga alla fonte.

La diagnosi del gonfiore dello stomaco 

Il medico svolge dapprima un’anamnesi e poi passa a controllare la distensione della pancia. Ascolta con il fonendoscopio i rumori che provengono dallo stomaco e esegue dei palpeggiamenti per constatare la sensibilità al dolore e la sua localizzazione precisa.

Il gonfiore addominale: rimedi

Per sgonfiare la pancia gonfia puoi prepararti una tisana a base di semi di finocchio perché favorisce la digestione e previene il gonfiore. La mela è ricca di fibra perciò ripulisce le vie digestive: se mangiata almeno una volta al giorno, limita che la pancia si gonfi. 

Quando a provocare la pancia gonfia è una cattiva digestione, puoi ricorrere a una tisana all’anice.

Perfetto il carbone vegetale attivo che viene venduto in capsule o in tavolette che si ingeriscono con un po’ di acqua. 

Cerca di tenerti lontano da tutti i cibi che fermentano e di grattugiare una radice di zenzero che fa da integratore della digestione. 

Mastica lentamente e fai movimento in modo da non immagazzinare aria. 

Smettere di mangiare per sgonfiare la pancia

Assolutamente errore da non commettere. Importante è assimilare il giusto apporto di sostanze nutritive e scappare lontano dai fritti e dolcetti. 

Mangiare molta verdura serve a sgonfiare la pancia e anche fare uso di frutta abbondante. L’acqua non deve mancare anche negli intervalli tra i pasti principali.

Non escludere l’idea di andare a fare 4 passi dopo mangiato, perché attivi la digestione e previeni che la pancia si gonfi nuovamente.

Se questi accorgimenti servono a evitare che lo stomaco si gonfi allora continua! Se nonostante l’attenzione dedicata a dieta, attività motoria e affini non ti impedisce di avere lo stomaco gonfio, beh! Non ci sono dubbi sulla occorrenza di fissare un incontro con un gastroenterologo per ricercare le ragioni che ti causano così tanti gonfiori alla pancia.